preparativi costruzione cisterna

TRIANGOLI NELL’ACQUA

Il progetto “Trinagoli nell’Acqua” ha l’obbiettivo di contribuire a migliorare la gestione integrale delle risorse idriche e garantire il diritto di accesso all’acqua nelle zone rurali semi-aride della Bolivia e Brasile aumentando la disponibilità d’acqua per consumo umano e per l’irrigazione.

Il Cevi in Bolivia

Tutti i principali movimenti internazionali a difesa dell’acqua riconoscono nella Bolivia uno dei luoghi più significativi per l’iniziativa popolare nella gestione pubblica e partecipata di questa risorsa.
Il CeVI, di concerto con il Comitato Italiano Acqua ed insieme ad altre ONG regionali ed italiane, affianca e sostiene le organizzazioni boliviane nella risoluzione dei problemi concreti per l’accesso all’acqua e nella sperimentazione di modelli alternativi che potrebbero aprire nuove strade nella gestione dei beni comuni. Attraverso il progetto Acqua Bolivia (2004-09) abbiamo già realizzato una serie di interventi a Cochabamba, dove siamo ancora presenti con il progetto Yaku al Sur (2009-12), per sostenere i sistemi comunitari per l’acqua dei quartieri meridionali della città, insieme alle principali associazioni, reti e movimenti della Bolivia (ASICA SUDD EPSAS, Coordinadora del Agua e Red Vida).

Diritto all’acqua: da Cochabamba all’Onu

La Bolivia è uno dei pochi Paesi al mondo ad aver incluso il riconoscimento del diritto all’acqua nella propria Costituzione e ad aver istituito uno specifico Ministero per guidarne la concretizzazione. Tra le mobilitazioni più significative alla base di queste conquiste politiche, la più nota è certamente la “Guerra della Acqua” del 2000, grazie alla quale la popolazione di Cochabamba è riuscita a ripubblicizzare il servizio idrico e a far cadere il Governo corrotto che aveva svenduto l’acqua alle multinazionali.
La crescente sensibilità delle istituzioni verso questo tema ha portato il Governo a farsi promotore di una Risoluzione per il Diritto Umano all’Acqua approvata dall’ONU nel luglio 2010. Ma nonostante i progressi ottenuti sul fronte normativo e politico, la situazione idrica in Bolivia resta disomogenea e rispecchia le differenze geografiche che caratterizzano il paese. Secondo il Rapporto Mondiale sull’Acqua redatto dall’UNESCO (2003), la Bolivia occupa il 16° posto su 180 paesi, per quanto riguarda la disponibilità di risorse idriche ed il 67° su 122 paesi per quanto riguarda la qualità e l’accesso per la popolazione.

Per approfondire:

Le collaborazioni del paese

Partners europei

France et Libertés – Fondation Danielle Mitterand
ACCRI TS – Associazione di Cooperazione Cristiana Internazionale
ACRA – Associazione di Cooperazione Rurale in Africa e America Latina
Solidarmondo PN
CVCS – Centro Volontari Cooperazione allo Sviluppo

Partners latinoamericani

Agua Sustentable
ASICA SUDD EPSAS – Asociación de los Sistemas Comunitarios del Agua del Sur, Departamentales y EPSAS
Centro de asesoramiento multidisciplinario “Vicente Cañas”- CVC
CGIAB – Comisión para la Gestión Integral del Agua en Bolivia
Coordinadora en Defensa del Agua y la Vida
Fundación Abril
RED VIDA – Vigilancia Interamericana para la Defensa y Derecho al Agua

Scarica la scheda descrittiva dei partners del progetto Yaku al Sur