Contro le discriminazioni e il razzismo

15 of 6 items

Il CeVI alla scoperta dell’ Università di Wolkite!

by Teresa Cuttini

 La missione di monitoraggio che lo staff CeVI ha condotto in Etiopia lo scorso maggio è stata l’occasione per una visita all’Università di Wolkite, a 30 km da Emdibir, zona dove CeVI sta portando avanti alcuni progetti agricoli in collaborazione con l’ong locale EmCS. È fuor di dubbio l’importanza del contatto con le realtà locali, […]

L’Educazione alla Cittadinanza Globa­le e la cittadinanza attiva.

by Teresa Cuttini

L’ECG espande gli orizzonti educativi promuovendo un’educazione capace di futuro, che sappia far emergere il legame tra l’essere umano e il pianeta terra. L’Educazione alla Cittadinanza Globa­le (ECG) è un approccio educativo che promuove un senso di appartenenza alla comunità globale e che si fonda sul presupposto che in un mondo che è sempre più […]

Percorsi innovativi per il protagonismo giovanile e per una nuova cittadinanza in un mondo iperconnesso.

by Teresa Cuttini

I laboratori di Educazione alla mondialità del Ce.V.I., durante quest’anno scolastico 2018/2019, hanno visto coinvolti circa 1200 studenti, dalla scuola dell’infanzia alle scuole Secondarie di Secondo grado. I progetti svolti sono stati numerosi e con diverse tematiche affrontate. I percorsi proposti dal Ce.V.I. rientrano in una forma di educazione non formale, quel tipo di educazione […]

La questione di genere a Daloa.

by Teresa Cuttini

A Daloa Il CeVI lavora già da alcuni anni sulle questioni di genere. Dal 2014 al 2017 il progetto RESFI (Reseaux Educatif Social des Femmes Ivoiriennes) ha lavorato sulla promozioni dell’imprenditoria femminile in quanto crediamo che l’indipendenza economica della donna sia un mezzo di prevenzione delle Violenze Basate sul Genere (VBG). Rispetto alle due aree […]

Alla scadenza delle convenzioni per la gestione dell’accoglienza in provincia, il destino di molte persone è cambiato.

by Teresa Cuttini

30 aprile: all’associazione Oikos Onlus arriva un comunicato che è una doccia fredda. I loro ospiti dovranno essere tutti trasferiti alla caserma Cavarzerani; tutti, senza alcuna distinzione: persone vulnerabili, famiglie, donne sole, di cui una incinta, bambini. L’operatore che me lo racconta cerca di nascondere le lacrime sotto le lenti scure degli occhiali da sole. […]