Il progetto realizzato grazie al finanziamento del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha l’obiettivo di promuovere società giuste, pacifiche ed inclusive ;Promuovere un’educazione di qualità, equa ed inclusiva, e opportunità di apprendimento per tutti ; Promuovere la salute e il benessere per tutti e per tutte le età. 

L’idea centrale del progetto si basa, come detto, sulla strategia operativa “Strade nuove”, intesa anche come  strumento di aggregazione e intercettazione di nuove realtà di impegno civico e solidale e come catalizzatore di innovazione e crescita per le realtà di volontariato esistenti.


Obiettivi preposti:

a) agganciare nuove realtà di impegno civico e di cittadinanza attiva per la cura dei beni comuni  sostenendo il loro processo di strutturazione e aiutandole a comprendere il valore del proprio agire.
b) promuovere un’azione di sostegno all’innovazione.
c) avviare una verifica e un rilancio della scelta volontaria , per promuovere una nuova visione del volontariato oggi in Italia, e rafforzando la capacità della rete di essere strumento di riflessione e crescita culturale dal locale al nazionale per le realtà del volontariato e nel confronto con il terzo settore.
d) sostenere e rafforzare le piccole e medie ODV , aiutandole a comprendere le nuove opportunità o problematiche che la riforma comporta e affiancando alle azioni più “culturali” sopra descritte, concreti aiuti e servizi, non forniti dai CSV o qualificanti la dimensione specifica dell’essere una rete di ODV attive per i beni comuni e la cittadinanza attiva e solidale.

Questi obiettivi saranno raggiunti attraverso alcune azioni congiunte e coordinate di:
ANIMAZIONE – Sperimentazione di nuove modalità di presenza della rete nel territorio: Modalità innovative di implementare servizi di sostegno alle ODV. Percorsi innovativi per attivare reti e coinvolgere gruppi di cittadini che esprimono “nuovo volontariato.
CANTIERI – per una riflessione sull’identità del volontariato oggi a partire dalle esperienze e pratiche: alcuni “cantieri tematici”, come comunità di pratica, accompagneranno la sintesi e la riflessione promossa dal progetto, e la metteranno in circolo dentro e fuori la rete, per rafforzare l’identità del nuovo
volontariato dentro la Riforma e disseminare i risultati del progetto.
COMUNICAZIONE – un piano integrato di comunicazione, usando linguaggi e mezzi adeguati alla realtà di oggi, sfruttandone le le potenzialità.
AZIONI DI SISTEMA: formazione , eventi nazionali, monitoraggio e regia di coordinamento nazionale. Il progetto prevede di valorizzare le competenze delle strutture locali del MoVI che storicamente ha sempre agito come una rete decentrata con competenze diffuse, affidando diverse responsabilità ai singoli nodi più  strutturati.

Il CeVI, dal canto suo, ha già partecipato alla Marcia per la Pace Perugia-Assisi nel 2018, ha svolto i percorsi di sensibilizzazione nelle scuole e il Percorso e campagna “obiettivi per lo sviluppo sostenibile”.”

La classe 2H a Perugia

Con la stretta collaborazione del :

logo movi

Grazie al finanziamento del :

 

AVVISO N. 1/2017