Il diritto e il dovere di ogni popolo a produrre gli alimenti di cui ha bisogno per la sua sopravvivenza sono racchiusi nel concetto di sovranità alimentare.

La storia dimostra che i popoli che non riescono a produrre gli alimenti di cui necessitano sono soggetti a forme di dipendenza. La sicurezza alimentare degli individui e delle comunità locali dipende infatti dalle opportunità e dalle capacità di controllo che esse hanno nel decidere quali beni alimentari produrre e consumare.

Oggi ci troviamo di fronte a due strade diametralmente opposte: da un lato abbiamo le grandi imprese multinazionali, che esercitano un controllo sulle produzioni e sul commercio solo in funzione dei loro profitti. Poche imprese che insieme hanno creato un sistema di controllo pressoché totale sugli alimenti del mondo. Dall’altro lato possiamo promuovere delle politiche che stimolino e organizzino la produzione di alimenti a partire da ciascuna comunità locale per far si che sia in grado di produrre i beni alimentari di cui necessita. Acqua e cibo sono elementi indispensabili per la sopravvivenza e il loro accesso dovrebbe essere un diritto umano e non un bisogno che può soddisfare solo chi può permetterselo economicamente.

Ecco perché il CeVi da molti anni è impegnato nella promozione di iniziative che mirano ad accrescere la capacità delle comunità rurali a produrre gli alimenti di cui hanno bisogno.

Semi di futuro- Intervento integrato di lotta alla malnutrizione

Il progetto Semi di futuro è un’iniziativa integrata finanziata dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo che si propone di lavorare con le fasce più vulnerabili della popolazione di 50 kebele (villaggi) delle Woreda (distretti) rurali di Ameya, Goro, Seden Sodo e Wolisso Zuria, in Etiopia, con particolare attenzione ai bambini e alle donne affinché adottino una sana e corretta alimentazione, stili di cura e accudimento efficienti, prevengano e curino la malnutrizione infantile.

Il progetto si propone di recuperare  e valorizzare le sementi originarie e i saperi tradizionali dei piccoli produttori con l’obiettivo di promuovere uno sviluppo sostenibile e la sicurezza alimentare delle famiglie rurali, garantendo una produzione agricola di qualità, l’autonomia produttiva degli stessi agricoltori e migliori condizioni di vita delle popolazioni rurali della regione del Minas Gerais in Brasile.

 

Miglioramento dell’alimentazione e della generazione di reddito famigliare nella zona di Emdibir attraverso un approccio di genere alle attività agricole in Etiopia .

Il progetto dal titolo ” Miglioramento dell’alimentazione e della generazione di reddito famigliare nella zona di Emdibir attraverso un approccio di genere alle attività agricole” di durata biennale ha l’obiettivo di contribuire a migliorare le condizioni di vita delle famiglie guidate da donne nei villaggi, in particolare proponendosi di aumentare la produttività dei raccolti e dell’allevamento migliorando la capacità di reddito e la dieta delle famiglie grazie all’ introduzione di varietà orticole nuove o poco conosciute, il miglioramento dell’allevamento e degli animali e l’accesso all’ acqua. 

W4C – Women for community

L’obiettivo del progetto è sostenere il benessere della comunità e la sicurezza alimentare con particolare attenzione alle donne e ai bambini , agendo sulle produzioni agricole di circa 90 donne e sull’educazione alimentare per favorire una nuova consapevolezza del valore del cibo, del lavoro agricolo, dell’uguaglianza di genere e della protezione sociale per 1100 minori. Il progetto si realizza nei villaggi di Deneb, Yetarak e Sefer nella woreda (distretto) di Cheha, zona del Guraghe, regione dell’ SNNP (Southern Nations, Nationalities and People) in Etiopia e nella regione Emilia Romagna in Italia, dove verrà assicurata la sensibilizzazione dei cittadini sul rapporto tra sicurezza alimentare migrazione, usando il cibo come legame culturale.

FOOD IS FOR EATING

Il cibo è il risultato di un lungo viaggio, dall’agricoltore alle nostre case.

Questo viaggio – la catena di approvvigionamento – utilizza enormi quantità di risorse naturali .

Sulle nostre tavole godiamo del miracolo. Tradizione e buona cucina producono gusto, nutrimento, gioia, passione, vita. Eppure buttiamo via così tanto del nostro cibo! E con esso gettiamo via tutte le preziose risorse che sono la chiave per produrlo.

Questa è la storia del cibo che sprechiamo e, soprattutto, del cibo che potremo risparmiare.