Progetti in corso

Semi di futuro- Intervento integrato di lotta alla malnutrizione

Il progetto Semi di futuro è un’iniziativa integrata finanziata dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo che si propone di lavorare con le fasce più vulnerabili della popolazione di 50 kebele (villaggi) delle Woreda (distretti) rurali di Ameya, Goro, Seden Sodo e Wolisso Zuria, in Etiopia, con particolare attenzione ai bambini e alle donne affinché adottino una sana e corretta alimentazione, stili di cura e accudimento efficienti, prevengano e curino la malnutrizione infantile.

Miglioramento dell’alimentazione e della generazione di reddito familiare nella zona di Emdibir attraverso un approccio di genere alle attività agricole.

L’obiettivo del progetto è quello di migliorare le condizioni di vita delle famiglie guidate da donne, implementando la produttività del raccolto e dell’allevamento e la qualità della dieta quotidiana.

W4C - Women for community 

L’obiettivo del progetto è quello di dare sostegno alle donne agro-imprenditrici per il benessere di tutta la comunità.

 

 

 

Il CeVI in Etiopia

Il CeVI ha iniziato le sue attività nell’area di Emdibir nel 2011 come partner di un progetto di cooperazione finanziato dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e proposto dal partner locale Embdibir Catholic Secretariat.  La collaborazione istituita tra il CeVI e il partner locale si è poi rafforzata nel corso delle missioni annuali in loco. 

Attualmente collaboriamo alla realizzazione di due progetti nella regione delle Nazioni, Nazionalità e Popoli del Sud (SNNPR) volti al miglioramento dell’alimentazione e della generazione di reddito familiare, con sostegno particolare alle donne agro-imprenditrici e ai giovani. Il ruolo del CeVI riguarda in particolare la formazione in agricoltura locale, la gestione dell’equipment locale e le azioni di comunicazione e disseminazione del progetto in Italia. 

La sicurezza alimentare e le pari opportunità

In un territorio così vasto come quello etiope, colpito negli ultimi anni da numerosi periodi di siccità e dalla mancanza di investimenti privati diffusi e infrastrutture pubbliche, è fondamentale mobilitare le comunità in un processo di auto-sviluppo, consentendo agli abitanti rurali di prendersi cura del benessere della propria comunità.

L’Etiopia è uno dei cinque paesi africani con il più alto numero di persone in stato di denutrizione contando ben 32 milioni di persone in tale stato. Per affrontare il problema dell’ insicurezza alimentare il paese sta sviluppando diversi programmi nelle zone rurali a favore delle famiglie più vulnerabili. Il governo sta facendo degli investimenti in particolare attraverso un programma di rete di sicurezza produttiva e una crescita economica guidata dall’agricoltura.

L’Etiopia è un paese con un alto potenziale agricolo, per il clima, per la fertilità dei suoli e per le notevoli risorse idriche, ma questo potenziale va perduto per i repentini cambiamenti meteorologici e la sempre minore affidabilità dell’alternanza stagione secca e stagione delle piogge. Quindi l’insicurezza alimentare persiste nel paese, e molte famiglie rurali perdono i loro mezzi di sussistenza a causa della siccità e della perdita dei raccolti.

In SNNPR abita un 1/5 della popolazione etiope (circa 12/14 milioni) ed è la regione con il maggior numero di gruppi etnici e linguistici. Essa presenta tutti gli ambienti esistenti in Etiopia: altopiani, midlands, pianure e pascoli. La zona si caratterizza per un’alta densità abitativa, uno dei principali problemi per i piccoli produttori, che possiedono minuscoli appezzamenti di terra incapaci di garantire produzione sufficiente al fabbisogno famigliare. Secondo il servizio statistico nazionale la popolazione di Cheha è stimata in 123.265 abitanti. Molti villaggi sono densamente popolati e caratterizzati da due file di case con uno spazio aperto di 30/40 cm come spazio comunitario e strada di accesso e comunicazione con altri villaggi.

Progetti conclusi

-Miglioramento del contesto socio-economico di Emdibir e Daloa (Costa d’Avorio) 2015-2019
-Avvio scuola professionale e formazione dei formatori ad Emdibir  2011-2012

Le collaborazioni nel paese

– Partner europei

Arca di Noè società cooperativa sociale

Associazione Missiòn Onlus (Diocesi di Udine)

Comitato europeo per la formazione e l’agricoltura onlus CEFA

Fondazione l’Albero della vita onlus

Università di Udine – DI4A, Dipartimento di Scienze AgroAlimentari, Ambientali e Animali

– Partner Etiopi

Emdibir Catholic Secretariat (EmCS)

Ethiopian catholic church social and development commission branch coordination office of Emdibir eparchy

St. Anthony’s Catholic Technical College