Il progetto “ Giovani: nuovi narratori della cooperazione allo sviluppo” finanziato dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo  copre tutte le regioni italiane e vuole contribuire ad aumentare, nei giovani italiani (11-35 anni) la conoscenza sugli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs), ancora non conosciuti dalla maggioranza degli under 40 e creare un maggior consenso sul ruolo e sull’ importanza della cooperazione allo sviluppo per la risoluzione delle grandi questioni globali del nostro tempo, tra le quali nello specifico quelle connesse al fenomeno migratorio.

Tale fenomeno, che impatta l’Italia soprattutto sulla traiettoria Africa-Europa, lungi dall’essere oggi una emergenza in termini numerici  porta tuttavia con sé la necessità di essere compreso, nella sua dimensione strutturale e nelle sue cause profonde, sia per frenare l’attuale incremento dell’insicurezza legata a questo tema nel paese, mai così alta da 10, sia per poter meglio comprendere le ragioni di coloro che oggi scappano dal proprio paese.

Approfondire queste cause è rilevante per comprendere come, al di là di superficiali rappresentazioni che contrappongono rifugiati e migranti economici, anche una migrazione intrapresa per motivi non correlati a guerre e conflitti in corso sia, in moltissimi casi, forzata e non liberamente intrapresa.

La povertà estrema, la crescente disuguaglianza e lo scarso accesso ai servizi sanitari ed educativi, l’impatto degli effetti dei cambiamenti climatici
(siccità, desertificazione) sulla sicurezza alimentare e sulle opportunità di lavoro, reddito e sostentamento delle famiglie, la competizione per l’acqua e la terra (land e water grabbing): questi fattori impattano oggi gravemente la capacità delle persone di vivere, e spesso di sopravvivere nel proprio paese.

 

La cooperazione allo sviluppo è uno degli strumenti fondamentali per contrastare tali fattori ed offrire alle persone più povere del pianeta opportunità di sviluppo locale e di una vita dignitosa nel proprio paese. Questo progetto vuole dare ai giovani – un segmento che peraltro ha particolarmente a cuore i temi globali, come la sostenibilità ambientale – la possibilità di avere voce nella definizione delle strategie e delle priorità locali e nazionali di cooperazione allo sviluppo.

Il progetto, per raggiungere tali obiettivi si propone di : elaborare materiali per la formazione ( 1 kit didattico e 1 training kit per gli insegnanti), svolgere percorsi di educazione in ambito formale nelle scuole del territorio, attuare Laboratori di cittadinanza attiva in ogni provincia del territorio con l’obiettivo di dare loro gli strumenti per passare dalla  comprensione all’ azione, ideando un’ iniziativa pubblica per la cooperazione.

Durante la Global Action  Week sull’Educazione (18-22 Marzo 2019) abbiamo chiesto ai ragazzi di raccontare la storia di un’Italia accogliente, multietnica, solidale creando tutti insieme una campagna di sensibilizzazione.

E a raccontarlo sono stati proprio loro. Aiutandoci a far emergere quelle tante piccole e grandi storie di vita che ci mostrano un Paese capace di valorizzare le differenze e in grado di dare un lieto fine a un viaggio migratorio.

Lo slogan delle campagne di sensibilizzazione è stato: “Vogliamo educare il nostro Paese ad una nuova, (stra)ordinaria, umanità.”

Per saperne di più e per vedere tutti gli elaborati visita il sito italiano della Global Action Week.

A conclusione dell’anno scolastico , il 31 maggio 2019  è stato organizzato un Tavolo di Lavoro Regionale.

Il Tavolo favorisce un esercizio di cittadinanza attiva, l’attivazione dei giovani in una interlocuzione diretta con i decisori politici locali, dando ai giovani la possibilità di avere voce nella definizione delle strategie e delle priorità locali sulle questione per loro prioritarie, di farsi promotori di idee su come assicurare che il proprio territorio si attivi in maniera strutturata e continuativa sui temi dell’educazione alla cittadinanza globale e della cooperazione allo sviluppo, senza mai dimenticare l’interconnessione tra il locale e il globale. 

La giornata ha visto la presenza di una selezione di giovani (15-30 anni) di tutta la regione che ha seguito percorsi educativi e Laboratori di cittadinanza attiva sulle tematiche dell’Agenda 2030 e Rappresentanti di istituzioni locali (Regione ed Enti Locali) saranno invitati ad ascoltare e a replicare alle raccomandazioni che verranno loro indirizzate dai giovani. A questa sessione sono stati invitati a partecipare anche altri stakeholder afferenti al mondo della scuola, dell’università, dell’associazionismo giovanile, del volontariato, delle imprese.

A conclusione del progetto , nel periodo autunnale, verranno organizzati un Tavolo di lavoro ed un evento a livello nazionale con l’obiettivo di definire un documento di raccomandazioni per una cooperazione  e strategia di Educazione alla Cittadinanza Globale elaborata “dai giovani per i giovani”.

Progetto finanziato da:

Ente Capofila: Oxfam Italia (OIT)

Partner:

Istituto Cooperazione Economica Internazionale (ICEI)
WeWorld Onlus
Differenza Donna, Associazione di donne contro la violenza alle donne
Gruppo Missioni Africa – Onlus – GMA
Servizio Civile Internazionale (SCI Italia)
Associazione di Tecnici per la Solidarietà e Cooperazione Internazionale – RE.TE.
Centro di Volontariato Internazionale – CeVI
ASSOCIAZIONE LEO ONLUS ONG
C.I.F.A. ONLUS – Centro internazionale per l’infanzia e la famiglia (CIFA)
Legambiente Onlus
Ente Nazionale dei Giuseppini del Murialdo (ENGIM)
CCS Centro Cooperazione Sviluppo Onlus
Ai.Bi. Associazione Amici dei Bambini
Istituto Pace Sviluppo Innovazione ACLI – IPSIA
Incontro fra i Popoli – IFP
Movimento per l’Autosviluppo, l’Interscambio e la Solidarietà
Centro Sviluppo Terzo Mondo Onlus – Cesvitem
PROGETTO DOMANI: CULTURA E SOLIDARIETÀ- PRO.DO.C.S.
ARCS Arci Culturali                                                                                                                                                                                                                                                              CReA onlus Centro Ricerche  e Attività                                                                                                                                                                                                                        Forum Permanente per il Sostegno a Distanza Onlus – ForumSaD Onlus                                                                                                                                                                COOPERAZIONE INTERNAZIONALE SUD SUD / CISS                                                                                                                                                                                                   V.I.M. Volontari Italiani per il Madagascar onlus. VIM                                                                                                                                                                                                   Equo Garantito – Assemblea Generale Italiana del Commercio Equo e Solidale

Centro per la Cooperazione Internazionale – CCI
International Research Centre on Global Citizenship Education – Dipartimento
di Scienze per la qualità della Vita – Università di Bologna (IRC-GloCEd)
JANUAFORUM
Fondazione Mondinsieme del Comune di Reggio Emilia
FELCOS Umbria – Fondo di Enti Locali per la Cooperazione decentrata e lo
Sviluppo umano sostenibile
REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA – RAS
REGIONE TOSCANA
Regione Piemonte
Comune di Perugia
Provincia autonoma di Trento – PAT
Comune di Assisi
AOI – Associazione delle Organizzazioni Italiane di solidarietà e cooperazione
internazionale