Il concorso “Una classe grande come il mondo” è rivolto agli insegnati delle scuole secondarie di tutta Europa che abbiano ideato validi metodi di Educazione alla Sostenibilità Ambientale (compresa l’educazione alla Cittadinanza Globale) nelle proprie scuole, negli ultimi tre anni scolastici (2014-2015, 2015-2016, 2016-2017).

La scadenza per presentare la propria candidatura è il 18 Maggio 2017.

Cos’è una buona pratica educativa? Ecco qualche esempio.

I partecipanti possono presentare metodi di insegnamento, tecniche o progetti messi effettivamente in pratica e in grado di trasmettere, attraverso la loro condivisione, esperienze educative di successo. Possono includere attività di apprendimento con gli alunni sia di breve durata (svolte in classe su materie specifiche, anche di poche ore di insegnamento) sia di progetti scolastici extracurricolari di lunga durata (settimane o mesi).

Le pratiche educative devono focalizzarsi o essere rilevanti riguardo almeno uno di questi tre temi principali, relativi all’educazione alla sostenibilità ambientale:

  1. Cambiamenti climatici
  2. Giustizia ambientale
  3. Migrazioni ambientali

Alcuni esempi: consumi abituali e stili di vita, uso sostenibile delle risorse naturali, efficienza energetica, riciclaggio, ambiente e salute, biodiversità, cittadinanza attiva e beni comuni, degrado ambientale e immigrazione, rifugiati ambientali.

Come partecipare?

I partecipanti possono essere sia un singolo insegnante che un gruppo di due o più insegnanti, insieme a studenti/esse che hanno collaborato all’attuazione delle pratiche educative.
Un singolo o un gruppo di studenti/esse non possono presentare domanda di partecipazione al Concorso.
Ogni partecipante può inviare più di una pratica educativa.
Le tre buone pratiche educative migliori a livello nazionale verranno tradotte in inglese per essere poi valutate dal Comitato Europeo di Valutazione per il progetto SAME WORLD, insieme alle altre pratiche europee raccolte.

In cosa consiste una “buona pratica educativa” di educazione alla sostenibilità ambientale?

Una buona pratica educativa di educazione alla sostenibilità ambientale deve soddisfare i seguenti criteri:

Innovatività
Una buona pratica deve avere un approccio pedagogico innovativo, con strategie di insegnamento in grado di incoraggiare la partecipazione attiva della classe.

Impatto
Una buona pratica deve avere un impatto significativo sulla classe, sulla scuola e sulla comunità.

Sviluppo di competenze
Una buona pratica è in grado di sviluppare delle abilità significative, come una riflessione più critica, una messa a fuoco dei valori della sostenibilità o un cambiamento attivo nel proprio stile di vita.

Attenzione alle dimensioni critiche della sostenibilità
Una buona pratica chiarisce e promuove il concetto di sostenibilità, evidenziandone le dimensioni critiche, sottolineando l’interrelazione tra gli aspetti locali e quelli globali e cercando le cause alla radice dei problemi.

Adattabilità delle pratiche e qualità della descrizione
La pratica dovrebbe essere facilmente adattabile per essere fruibile anche da altre scuole. La sua descrizione deve essere chiara e concisa.

In cosa consiste il premio?

Il gruppo primo classificato a livello europeo verrà premiato con un viaggio all-inclusive a Sintra, in Portogallo, ad ottobre 2017 e potrà partecipare alla terza edizione del Seminario Internazionale di SAME WORLD.
La classe sarà accompagnata dai/dalle insegnanti ed eventualmente da educatori/trici e/o genitori (fino ad un massimo di 30 persone).
In caso di impossibilità a partecipare, il premio verrà assegnato al secondo gruppo classificato.

Per i primi tre classificati a livello nazionale sarà previsto un premio a scelta tra:
a) libri didattici ed extrascolastici per arricchire la biblioteca della scuola;
b) materiale didattico o altra attrezzatura utile per la scuola;
Il premio scelto potrà avere un valore massimo di 500€

N.B. I premi nazionali saranno acquistati direttamente dalle tre associazioni proponenti – CIES Onlus, Istituto Oikos e CeVi, entro il 30 Novembre 2017 previa indicazione da parte della scuola del premio scelto entro e non oltre il 30 Ottobre 2017.

Come presentare la propria “buona pratica educativa”?

La partecipazione al Concorso è gratuita. Scarica e compila il modulo di Partecipazione – Allegato 1 qui sotto e consulta la piattaforma didattica edu-kit.sameworld.eu dove troverai altri utili materiali didattici da utilizzare in classe. Per poter essere ammessi al concorso, le/gli insegnanti dovranno descrivere la loro buona pratica utilizzando l’apposito modulo.
I partecipanti potranno inoltre, in via opzionale:
a) creare una presentazione PowerPoint (massimo 15 slides) per descrivere più accuratamente il proprio progetto;
b) presentare congiuntamente al modulo di presentazione dei materiali integrativi (foto, video o similari) attraverso un unico file di tipo .zip.
Il modulo di presentazione e l’eventuale file aggiuntivo andranno poi inviati alla seguente email: contest@sameworld.eu

Qual è il termine di presentazione?
La data di scadenza per l’invio del modulo di presentazione è il 18 Maggio 2017.

Come si svolgerà la valutazione?
Il processo di selezione sarà suddiviso in due livelli:

A livello locale/nazionale:
Una commissione di esperti in educazione alla sostenibilità ambientale selezionerà le tre migliori proposte a livello nazionale, seguendo specifici criteri di valutazione. Le tre buone pratiche vincitrici verranno poi tradotte in inglese ed inviate al Comitato di Valutazione Europeo. Inoltre i tre selezionati avranno accesso al premio nazionale (si veda paragrafo “In cosa consiste il premio?”).

A livello europeo:
Il Comitato di Valutazione Europeo SAME WORLD, formato da esperti scientifici e da rappresentanti di tutti i partner del progetto, voterà ed eleggerà la migliore buona pratica educativa per la sostenibilità ambientale a livello europeo.

 Download documentazione: